Crea sito

Festival di Sanremo anche la seconda serata fa il botto , stasera i duetti con le cover


Il Festival di Sanremo 2020 fa ancora il botto, la seconda serata fa schizzare in alto lo share.
Serata lunghissima, più uno show che un Festival della Canzone italiana , che si è prolungata oltre misura fino a quasi le due di notte.
La gara è stata proprio lasciata in secondo piano , con gli ultimi artisti costretti ad esibirsi intorno all’ 1:30.
Serata monopolizzata da Fiorello ,balla, canta, gioca a tennis, fa il quinto dei Ricchi e Poveri. Ma non solo: colpisce all’avvio della trasmissione quando entra in scena dalla scala vestito da Maria De Filippi.
Lo share poi si impenna per il momento più atteso della serata , I Ricchi & Poveri che fanno scatenare il pubblico in sala ma dalle testimonianze social, anche il pubblico a casa e persino la sala stampa , peccato davvero per alcuni pezzi cantati in playback.
Altro momento molto atteso quello di Zucchero e Gigi D’Alessio .Tiziano Ferro ci prova ancora , questa volta con Massimo Ranieri , il duetto su Perdere L’amore , anche questa volta il risultato non convince , decisamente meglio nel suo medley .
La prima standing ovation della serata è per Fabrizio Frizzi, che proprio il 5 febbraio avrebbe compiuto 62 anni: “Sono convinto che se Fabrizio ci fosse stato ancora, questo 70/o festival lo avrebbe presentato lui”, dice commosso Amadeus mentre arriva sul palco la moglie del conduttore scomparso, Carlotta Mantovan.
Non se la cavano male anche nel ruolo di signore del festival, le giornaliste del Tg1 Laura Chimenti a Emma D’Aquino,e la splendida Sabrina Salerno , peccato che per il prolungarsi della serata sia stata tagliata la sua performance canora prevista in scaletta , ma ci rifaremo nella serata di sabato.
Momento molto sentito la storia del guerriero Paolo Palumbo, 22enne malato di Sla, che propone il brano ‘Io sto con Paolo’ presentato alle selezioni di Sanremo Giovani, e con una voce elettronica racconta la sua lotta contro la malattia, l’importanza di non arrendersi, lo straordinario rapporto con il fratello Rosario, invitando tutti a “continuare dritti per la propria strada”, perché non esistono sogni irrealizzabili.
In tutto questo via vai di ospiti e pubblicità , è davvero difficile seguire la gara , in questa seconda serata ci sono piaciuti Tosca , Pelù , Gabbani , Iannacci , diciamo che decisamente meglio le canzoni rispetto a quelle della prima serata .
La giuria demoscopica per quanto riguarda i giovani fa passare Fasma e Marco Sentieri.
La classifica generale provvisoria delle due serate dei 24 big invece vede primo posto Francesco Gabbani, poi a seguire: Le Vibrazioni, Piero Pelù, Pinguini Tattici Nucleari, Elodie, Diodato, Irene Grandi, Tosca, Michele Zarrillo, Levante, Marco Masini, Alberto Urso, Giordana Angi, Raphael Gualazzi, Anastasio, Paolo Jannacci, Achille Lauro, Enrico Nigiotti, Rita Pavone, Riki, Elettra Lamborghini, Rancore, Bugo e Morgan, Junior Cally.
Questa sera la terza serata dedicata alle cover .
Ad affincare Amadeus ci saranno Alketa Vejsiu, stella della tv albanese, e Giorgina Rodriguez, compagna di Cristiano Ronaldo.
Gli ospiti della terza serata sono Mika e Lewis Capaldi e Roberto Benigni. Per quanto riguarda le nuove proposte i quattro cantanti rimasti si sfideranno in nuovi duelli.
A votare i duetti delle cover , questa sera sarà l’orchestra e i voti si andranno ad aggiungere a quelli della classifica provvisoria .
Questo l’ordine di uscita e i brani dei big :
Michele Zarrillo con Fausto Leali (Deborah)
Junior Cally con i Viito (Vado al massimo)
Marco Masini con Arisa (Vacanze romane)
Riki con Ana Mena (L’Edera)
Raphael Gualazzi con Simona Molinari (E se domani)
Anastasio con la PFM (Spalle al muro)
Levante con Francesca Michielin e Maria Antonietta (Si può dare di più)
Albero Urso con Ornella Vanoni (La voce del silenzio)
Elodie con Aeham Ahmad (Adesso tu)
Rancore con Dardust e La rappresentante di lista (Luce)
Pinguini Tattici Nucleari (70 volte)
Enrico Nigiotti con Simone Cristicchi (Ti regalerò una rosa)
Giordana Angi con Solis String Quartet (La nevicata del ’56)
Le Vibrazioni con i Canova (Un’emozione da poco)
Diodato con Nina Zilli (24 mila baci)
Tosca con Silvia Perez Cruz (Piazza Grande)
Rita Pavone con Amedeo Minghi (1950)
Achille Lauro con Annalisa (Gli uomini non cambiano)
Bugo e Morgan (Canzone per te)
Irene Grandi con Bobo Rondelli (La musica è finita)
Piero Pelù (Cuore matto)
Paolo Jannacci con Francesco Mandelli e Daniele Moretto (Se me lo dicevi prima)
Elettra Lamborghini con Myss Keta (Non succederà più)
Francesco Gabbani (L’italiano).