Crea sito

#Iorestoacasa e per passare il tempo ascolto le favole al telefono proposte da BLMagazine


Bellissima iniziativa di BL Magazine che in occasione del centenario della nascita di Gianni Rodari, propone alcune delle sue favole , interpretate da personaggi famosi, per tenerci compagnia in questo periodo di quarantena.
Gianni Rodari ha scritto numerose filastrocche, poesie, racconti per l’infanzia surreali, divertenti, fantasiosi, poetici, sempre usando un linguaggio semplice, chiaro, originale, che fa presa diretta sui bambini.
I suoi componimenti contengono messaggi di tolleranza, integrazione, pacifismo, solidarietà, ambientalismo.
Le favole proposte sono contenute nel libro Favole al telefono del 1962 , tra coloro che hanno prestato la loro voce a questa bella iniziativa ci sono Davide De Marinis,Peppe Millanta, Francesco Di Bucchianico, Virginia Villa , Antonio Capitano , Valerio Scanu.


Una favola al giorno per grandi e piccoli e mi raccomando restiamo a casa

Candy Candy 40 anni fa andava in onda la prima puntata della “Signorina tutta lentiggini”


Era il 2 marzo del 1980, quando arriva anche qui in Italia, il cartone animato Candy Candy, trasmesso da Canale 5.
Candy Candy, o come la chiamava simpaticamente Terence la “Signorina tutte lentiggini” è un cartone animato giapponese tratto dall’omonimo manga di di Yumiko Igarashi e Kyoko Mizuki, furono realizzati 115 episodi, per narrare le avventure della giovane orfanella cresciuta alla Casa di Pony, che tra mille peripezie e tanti ostacoli, riesce a diventare infermiera e a conquistare il cuore di tanti amici.
Impresa riuscita anche per il cartone animato , che grazie alla sua protagonista sbadatella, ma dal cuore grande avrà un grande successo.
La storia ambientata nei primi anni del 900, racconta la storia di Candy, orfana che cresce nell’orfanotrofio religioso “La casa di Pony”. Una volta cresciuta la ragazza sarà prima adottata dalla famiglia Legan, dove si troverà a subire i mille dispetti di Neal e Irisa e poi successivamente adottata dietro espressa richiesta di Stear, Archie e Anthony dalla nobile famiglia brittanica degli Andrew.
Una vita molto avventurosa quella di Candy, costellata da due grandi amori, il dolce Anthony, che morirà in seguito ad una caduta da cavallo,e il tenebroso e tormentato Terence, appassionato di teatro, che decide di restare accanto alla giovane attrice Susanna che gli ha salvato la vita.
Gli episodi andarono in onda qui in Italia dal 1980 al 1997 , da allora non é stato più possibile la messa in onda a causa di un contenzioso sui diritti dell’opera, tra le due autrici Yumiko Igarashi e Kyoko Mizuki.

Valerio Scanu 10 anni fa vinceva il Festival di Sanremo con Per tutte le volte che


Il Festival della canzone italiana o più comunemente detto Festival di Sanremo ha da poco raggiunto la veneranda età di 70 anni, e proprio per un altro compleanno importante il 60esimo, per la prima volta nella sua storia vinceva un brano divenuto poi un modus dicendi.
Era il 20 febbraio del 2010, quindi 10 fa, che a salire sul gradino più alto del podio fu Valerio Scanu con la sua Per tutte le volte che.
Sanremo nella sua lunga storia ha lanciato tantissimi brani, alcuni che si sono aggiudicati la vittoria, altri che sono rimasti più nelle retrovie della classifica, ma che sono ancora oggi ricordati e amati dal pubblico, ma Per tutte le volte che, è l’unica canzone presentata al Festival di Sanremo rimasta nella memoria collettiva al punto che alcune frasi del testo sono entrate nel linguaggio comune alla pari dei proverbi : 《in tutti i modi, in tutti i luoghi, in tutti i laghi》. Un vero primato per il Festival, impresa tra l’altro riuscita nella storia della musica italiana solo ad alcuni brani di Mogol – Battiti con:《lo scopriremo solo vivendo》, tratta da Con il nastro rosa, e la frase «una donna per amico» dal brano omonimo e «come può uno scoglio arginare il mare», tratta da Io vorrei… non vorrei… ma se vuoi; e sempre dallo stesso brano «le discese ardite e le risalite».
La vittoria del 2010,  di Per tutte le volte che , arrivò dopo un plebiscito voluto dal pubblico tramite il televoto.
Ricordiamo che come tutte le cose belle, anche Per tutte le volte che , non ebbe vita facile a Sanremo , la canzone infatti fu la meno votata dalla giuria demoscopica nella seconda serata del festival, e quindi andò al ripescaggio,e il telvoto la riportò in gara e nell’ultima serata alla vittoria.
Il pubblico con il televoto, volle premiare in modo assoluto, la canzone che sin dal primo ascolto aveva conquistato un posto speciale nella storia della musica, infatti il tempo (10 anni) gli ha dato ragione.

Grande attesa per il pubblico per la proclamazione di quella vittoria , infatti lo share schizzò al 77%.

Sanremo 2020 vince Diodato , promossi e bocciati della 70esima edizione


Si è concluso con la vittoria di Diodato, il 70esimo Festival di Sanremo.
Cinque serate da record, Amadeus è riuscito con la sua semplicità a realizzare un festival pieno di entusiasmo, tremendamente lungo , ma mai noioso, pieno di colpi di scena, dell’abbandono del palco di Bugo con conseguente squalifica, a qualche incidente hot con l’uscita di seno di Elettra Lamborghini, look improbabili vedi Achille  Lauro , fino allo spoiler sul vincitore da parte di SkyTG24  avvenuto circa 45 minuti prima che avvenisse la proclamazione sul palco.
Per quanto riguarda la musica, è riuscito a portare sul palco veterani e artisti amati dai giovanissimi, in gara e non. La vittoria di Diodato, arriva dopo la votazione congiunta della sala stampa, giuria demoscopica e televoto , quest’ultimo poi premia Gabbani , al secondo posto i Pinguini Tattici Nucleari e solo terzo Il vincitore, quindi così come era successo lo scorso anno é la sala stampa che ribalta il risultato finale .
I Promossi di questa edizione Amadeus e Fiorello ,le donne tutte che si sono susseguite sul palco nelle cinque serate.
Promossi con riserva i cantanti in gara, salvo alcune eccezioni, è stato davvero difficile seguire il festival e capire i testi, scandire bene le parole per molti è diventato un optional e anche azzeccare le note , bocciati poi tutti gli ospiti che hanno usato il playback .
Bocciata la presenza di troppi ospiti , la loro presenza ogni sera  ha messo in secondo piano la gara e allugato la serata all’inverosimile.
Bisognerebbe prendere spunto dall’Eurovision Song Contest , dove la prima cosa é la gara ,organizzazione poi super, visto che nonostante il numero dei paesi partecipanti e cambi di scenografia per ogni esibizione , si riesce a fare tutto in tempi record.
Bocciata la sala stampa, non possono condizionare ogni anno la classifica finale ;  ci ha fatto divertire da pazzi con le sue apparizioni in costume , ma anche Achille Lauro finisce nei bocciati , era il Festival della canzone Italiana non il carnevale di Viareggio.
Bocciato anche Tiziano Ferro , ma solo per come ha cantato le cover , per il resto promosso.
E ancora una volta protagonista assoluto il Maestro Vessicchio.
Questa la classifica finale delle cinque serate.
Morgan e Bugo SQUALIFICATI

23 Riki
22 Junior Cally
21 Elettra Lamborghini
20 Giordana Angi
19 Enrico Nigiotti
18 Michele Zarrillo
17 Rita Pavone
16 Paolo Jannacci
15 Marco Masini
14 Alberto Urso
13 Anastasio
12 Levante
11 Raphael Gualazzi
10 Rancore
9 Irene Grandi
8 Achille Lauro
7 Elodie
6 Tosca
5 Piero Pelù
4 Le Vibrazioni
3 Pinguini tattici nucleari
2 Gabbani
Vincitore del Festival di Sanremo 2020
1 Diodato con il brano Fai Rumore.
Diodato vince anche il Premio della Critica e il Premio Sala Stampa. Miglior testo a Rancore, miglior composizione musicale a Tosca. Il Premio Tim Music va a Francesco Gabbani.

Sanremo 2020 ultima serata tra squalifiche e vincitori , gli ospiti della finale


Sanremo 2020 continua a tenerci in ostaggio per circa 5 ore ogni sera , ciò è avvenuto anche per la quarta serata con chiusura oltre le 2 di notte.
Ascolti ancora stellari , ogni sera si supera quelli della sera precedente , lo show impazza e la gara va a farsi benedire, non è un caso infatti che giunti ormai alla serata finale , ancora non siamo in grado di dare un parere sulle canzoni.
Sul palco del 70esimo festival di Sanremo succede di tutto e di più, ospiti, il Fiorello show, Tiziano Ferro che ogni sera ci delizia con qualche brano , e poi la famosa gara di canzoni, che per prendersi il dovuto spazio e ricordarci che Sanremo è un festival della canzone , ha bisogno di una defezione da parte di Morgan e Bugo.
Troppo contorno , orari improponibili e lungaggini di cui si potrebbe fare a meno.Certo gli ascolti dicono che il festival gode di ottima salute , ma é anche vero che si rimane davanti alla tv, nella spasmodica speranza di riuscire a vedere e ascoltare tutti gli artisti.
La quarta serata tra una gaffe ,una squalifica ed esperimenti di bacismo come li chiama Fiorello , ci regala anche il primo vincitore della Kermesse, infatti si é disputata la prima finale , quella delle nuove proposte, dopo le due sfide iniziali , a contendersi la vittoria sono Tecla e Leo Gassmann , ad avere la meglio é Leo Gassman che vince pet la sezione giovani e che questa seta si esibirà con il brano vincitore durante la finale dei big .
Bellissimo e commovente il momento dedicato al saluto di Vincenzo Mollica , per lui questo è l’ultimo Sanremo come giornalista musicale della Rai,una vera e propria istituzione.
La classifica questa volta affidata alla valutazione della sala stampa ,vede a fine serata in testa Diodato e relegato in ultima posizione Alberto Urso.
Grande ritorno sul palco dell’Ariston di Antonella Clerici e quasi invisibile la presenza della Novello.
Fiorello non si risparmia, come suo solito: prima irrompe sul palco vestito da coniglio, poi l’atteso duetto della pace con Tiziano Ferro (ci scappa anche un bacino sulle labbra), e ancora fa un omaggio-imitazione a Mike Bongiorno e canta ‘Quando quando quando’ diretto da Tony Renis.
Il cantante più atteso Achille Lauro, (e in sala anche fischiato) più per i suoi look che per l’esibizione canora. Lo spettacolo è di grande impatto: abito nero trasparente, calze a rete e un’enorme corona.
La finale di questa sera vedrà di nuovo sul palco Sabrina Salerno che salvo altri imprevisti si dovrebbe anche esibire.poi ancora la Leotta , Sofia Novello e Mara Venier.
Questo l’ordine di apparizione dei big
Michele Zarrillo con la canzone “Nell’estasi o nel fango”
Elodie con la canzone “Andromeda”
Enrico Nigiotti con la canzone “Baciami adesso”
Irene Grandi con la canzone “Finalmente io”
Alberto Urso con la canzone “Il sole ad est”
Diodato con la canzone “Fai rumore”
Marco Masini con la canzone “Il confronto”
Piero Pelù con la canzone “Gigante”
Levante con la canzone “Tikibombom”
Achille Lauro con la canzone “Me ne frego”
Pinguini Tattici Nucleari con la canzone “Ringo Starr”
Junior Cally con la canzone “No grazie”
Tosca con la canzone “Ho amato tutto”
Le Vibrazioni con la canzone “Dov’è”
Raphael Gualazzi con la canzone “Carioca”
Francesco Gabbani con la canzone “Viceversa”
Rita Pavone con la canzone “Niente (Resilienza 74)”
Anastasio con la canzone “Rosso di rabbia”
Riki con la canzone “Lo sappiamo entrambi”
Giordana Angi con la canzone “Come mia madre”
Paolo Jannacci con la canzone “Voglio parlarti adesso”
Elettra Lamborghini con la canzone “Musica (e il resto scompare)”
Rancore con Eden
A votare in questa ultima serata del Festival saranno tutte le Giurie, quella Demoscopica, quella della Sala Stampa e quella del pubblico, attravero il televoto da casa. Alla fine delle prime votazioni sarà compilata un’ultima classifica provvisoria facendo la media con le classifiche di tutte le altre serate. Da questa classifica saranno estrapolati i cantanti e le canzoni nelle prime tre posizioni. Azzerrata la classifica, i tre artisti in questione si esibiranno nuovamente. Una nuova e ultima votazione da parte di tutte le Giurie deciderà il vincitore del Festival di Sanremo 2020, il secondo e il terzo classificato.
Gli ospiti Stasera a Sanremo: il cast di La mia banda suona il pop, la nuova commedia di Fausto Brizzi in uscita nei cinema il 20 febbraio prossimo. A presentare il film sul palco dell’Ariston ci saranno alcuni dei protagonisti Christian De Sica, Diego Abatantuono, Massimo Ghini e Angela Finocchiaro.
superospite dell’ultima serata: Biaggio Antonacci e l’attore Edoardo Pesce ,il ballerino Ivan Cottini, che ha deciso di usare anche la danza come forma di lotta contro la sclerosi multipla che gli è stata diagnosticata qualche anno fa.
L’attrice Cristiana Capotondi, il tenore Vittorio Grigolo, il gruppo musicale cubano Gente de zona e Wilma de Angelis.

Sanremo 2020 squalificati Morgan e Bugo


La quarta serata del Festival di Sanremo 2020 vede squalificati per defezione Morgan e Bugo.
Sono le ore 1:35 del 8 febbraio 2020, quando, dopo la non eccelsa esibizione nella serata delle cover, Morgan sale sul palco per cantare il brano in gara “Sincero“, ed ha deciso di attenersi letteralmente al titolo della canzone , armato di foglietto , ha cambiato il testo del brano , inveiendo contro Bugo, che subito dopo aver ascoltato ha lasciato il palco.
Queste le parole cantate da Morgan” Le brutte intenzioni e la maleducazione / La tua brutta figura di ieri sera / La tua ingratitudine e la tua arroganza / Fai ciò che vuoi mettendo i piedi in testa / Cerco di fornire una forma d’arte / Ma tu sai solo coltivare invidia / Ringrazia il cielo se sei su questo palco / Rispetta chi ti ci ha portato dentro / Ma questo sono io”
Dopo un primo momento in cui Amadeus, ha preso tempo per riuscire a capire cosa stesse succedendo ,continuando quindi con la gara, ha dovuto poi comunicare la squalifica, perchè Morgan e Bugo non avevano intenzione di tornare ad esibirsi.

https://youtu.be/P6T3xM4_u6I

Sanremo 2020 anche la terza fa boom di ascolti ma è un disastro con le cover , ospiti di questa sera


Sanremo 2020 continua a collezionare record di ascolti , anche la terza puntata con mattatore in solitaria di Amadeus (assente Fiorello ) ha fatto il boom.
Serata dedicata alle cover, ma alla luce di quello che ne é venuto fuori , la serata poteva benissimo chiamarsi come massacrare o distruggere i capolavori della musica italiana .
Come ogni anno la serata cover , ci fa vedere il vero valore dei cantanti in gara.
Se da un lato abbiamo avuto modo di apprezzare Georgina Rodriguez , quasi come la ragazza della porta accanto , o Alketa Vejsiu energica e disinvolta che con il suo monologo ha voltuto dire Grazie all’Italia : Tutto poteva costarti la libertà, sembra assurdo ma era davvero così se vivevi nella dittatura. Se eri bionda venivi osservata con sospetto perché bionda era Raffaella Carrà. Durante quegli anni si imparava italiano ascoltando la Rai, Sanremo era Sanremo anche quando eravamo costretti ad ascoltarlo di nascosto. Era il prezzo da pagare se vivevi quegli anni bui.Grazie Italia per avere tenuti accesi i nostri sogni, non ci avete abbandonato”Non lo avete fatto quando raggiungevamo la vostra costa per vivere. L’Italia ha illuminato nostro cammino con la sua cultura, la sua musica, la sua arte e la sua bellezza. Sono qui stasera per dire grazie a Sanremo, grazie da noi che ti abbiamo sognato anche al di là del mare. Non sei soltanto tempio della musica italiana ma anche esempio di integrazione”.questo solo un passaggio, il tutto poi conclusosi con lei e Bobby Solo sulle note di Una lacrima sul viso, dall’altra non possiamo dire la stessa cosa di Benigni che pur incassando una cifra astronomica per la sua ospitata ricicla un suo monologo.
Per quanto riguarda le cover c’è davvero poco da salvare .
Hanno fatto la differenza Zarrillo , Tosca, Gualazzi, Pavone , Nigiotti, I Pinguini Tattici Nucleari, Le vibrazioni,Diodato e Pelù , per il resto rimandati senza appello , ai tanto decantati rapper , le barre tenetevele per le votre canzoni e non profanate capolavori.
Questa la classifica della serata , ricordiamo che a votare è stata l’orchestra.

La quarta serata che andra in onda questa sera vedrà Amadeus affiancato da Antonella Clerici, veterana di Sanremo, e Francesca Sofia Novello, modella, star di Instagram e compagna di Valentino Rossi. I cantanti big si esibiranno tutti e 24 questa volta con il loro brano in gara. Dopo le imcomprensioni tra Tiziano Ferro e Fiorello , la pace dovrebbe suggellarsi direttamentw dal palco , infatti è previsto che i due si debbano esibire sulle note del brano di Fiorello Finalmemte tu. In seguito alla scommessa persa da Fiorello sugli ascolti , questa sera dovrebbe presentarsi sul palco vestito da Coniglio , per omaggiare il programma Rai, Il Cantante Mascherato.
Ospiti anche Ghali , Gianna Nannini , Dua Lipa e In forse per problemi di salute Johnny Dorelli.
Questa sera la semifinale per i giovani vedrà la sfida fra Tecla Insolia e Leo Gassmann, e tra Fasma e Marco Sentieri.
Per quanto riguarda i big , questi gli artisti e i titoli delle canzoni:
Piero Pelù – Gigante
Elettra Lamborghini – Musica (e il resto scompare)
Enrico Nigiotti – Baciami adesso
Levante – Tikibombom
Pinguini Tattici Nucleari – Ringo Starr
Tosca – Ho amato tutto
Francesco Gabbani – Viceversa
Paolo Jannacci – Voglio parlarti adesso
Rancore – Eden
Junior Cally – No Grazie
Giordana Angi – Come mia madre
Michele Zarrillo – Nell’estasi e nel fango io
Irene Grandi – Finalmente io
Marco Masini – Il confronto
Rita Pavone – Niente (Resilienza 74)
Achille Lauro – Me ne frego
Diodato – Fai rumore
Le vibrazioni – Dov’è
Anastasio – Rosso di rabbia
Elodie – Andromeda
Bugo e Morgan – Sincero
Alberto Urso – Il sole ad est
Riki – Lo sappiamo entrambi
Raphael Gualazzi – Carioca

Festival di Sanremo anche la seconda serata fa il botto , stasera i duetti con le cover


Il Festival di Sanremo 2020 fa ancora il botto, la seconda serata fa schizzare in alto lo share.
Serata lunghissima, più uno show che un Festival della Canzone italiana , che si è prolungata oltre misura fino a quasi le due di notte.
La gara è stata proprio lasciata in secondo piano , con gli ultimi artisti costretti ad esibirsi intorno all’ 1:30.
Serata monopolizzata da Fiorello ,balla, canta, gioca a tennis, fa il quinto dei Ricchi e Poveri. Ma non solo: colpisce all’avvio della trasmissione quando entra in scena dalla scala vestito da Maria De Filippi.
Lo share poi si impenna per il momento più atteso della serata , I Ricchi & Poveri che fanno scatenare il pubblico in sala ma dalle testimonianze social, anche il pubblico a casa e persino la sala stampa , peccato davvero per alcuni pezzi cantati in playback.
Altro momento molto atteso quello di Zucchero e Gigi D’Alessio .Tiziano Ferro ci prova ancora , questa volta con Massimo Ranieri , il duetto su Perdere L’amore , anche questa volta il risultato non convince , decisamente meglio nel suo medley .
La prima standing ovation della serata è per Fabrizio Frizzi, che proprio il 5 febbraio avrebbe compiuto 62 anni: “Sono convinto che se Fabrizio ci fosse stato ancora, questo 70/o festival lo avrebbe presentato lui”, dice commosso Amadeus mentre arriva sul palco la moglie del conduttore scomparso, Carlotta Mantovan.
Non se la cavano male anche nel ruolo di signore del festival, le giornaliste del Tg1 Laura Chimenti a Emma D’Aquino,e la splendida Sabrina Salerno , peccato che per il prolungarsi della serata sia stata tagliata la sua performance canora prevista in scaletta , ma ci rifaremo nella serata di sabato.
Momento molto sentito la storia del guerriero Paolo Palumbo, 22enne malato di Sla, che propone il brano ‘Io sto con Paolo’ presentato alle selezioni di Sanremo Giovani, e con una voce elettronica racconta la sua lotta contro la malattia, l’importanza di non arrendersi, lo straordinario rapporto con il fratello Rosario, invitando tutti a “continuare dritti per la propria strada”, perché non esistono sogni irrealizzabili.
In tutto questo via vai di ospiti e pubblicità , è davvero difficile seguire la gara , in questa seconda serata ci sono piaciuti Tosca , Pelù , Gabbani , Iannacci , diciamo che decisamente meglio le canzoni rispetto a quelle della prima serata .
La giuria demoscopica per quanto riguarda i giovani fa passare Fasma e Marco Sentieri.
La classifica generale provvisoria delle due serate dei 24 big invece vede primo posto Francesco Gabbani, poi a seguire: Le Vibrazioni, Piero Pelù, Pinguini Tattici Nucleari, Elodie, Diodato, Irene Grandi, Tosca, Michele Zarrillo, Levante, Marco Masini, Alberto Urso, Giordana Angi, Raphael Gualazzi, Anastasio, Paolo Jannacci, Achille Lauro, Enrico Nigiotti, Rita Pavone, Riki, Elettra Lamborghini, Rancore, Bugo e Morgan, Junior Cally.
Questa sera la terza serata dedicata alle cover .
Ad affincare Amadeus ci saranno Alketa Vejsiu, stella della tv albanese, e Giorgina Rodriguez, compagna di Cristiano Ronaldo.
Gli ospiti della terza serata sono Mika e Lewis Capaldi e Roberto Benigni. Per quanto riguarda le nuove proposte i quattro cantanti rimasti si sfideranno in nuovi duelli.
A votare i duetti delle cover , questa sera sarà l’orchestra e i voti si andranno ad aggiungere a quelli della classifica provvisoria .
Questo l’ordine di uscita e i brani dei big :
Michele Zarrillo con Fausto Leali (Deborah)
Junior Cally con i Viito (Vado al massimo)
Marco Masini con Arisa (Vacanze romane)
Riki con Ana Mena (L’Edera)
Raphael Gualazzi con Simona Molinari (E se domani)
Anastasio con la PFM (Spalle al muro)
Levante con Francesca Michielin e Maria Antonietta (Si può dare di più)
Albero Urso con Ornella Vanoni (La voce del silenzio)
Elodie con Aeham Ahmad (Adesso tu)
Rancore con Dardust e La rappresentante di lista (Luce)
Pinguini Tattici Nucleari (70 volte)
Enrico Nigiotti con Simone Cristicchi (Ti regalerò una rosa)
Giordana Angi con Solis String Quartet (La nevicata del ’56)
Le Vibrazioni con i Canova (Un’emozione da poco)
Diodato con Nina Zilli (24 mila baci)
Tosca con Silvia Perez Cruz (Piazza Grande)
Rita Pavone con Amedeo Minghi (1950)
Achille Lauro con Annalisa (Gli uomini non cambiano)
Bugo e Morgan (Canzone per te)
Irene Grandi con Bobo Rondelli (La musica è finita)
Piero Pelù (Cuore matto)
Paolo Jannacci con Francesco Mandelli e Daniele Moretto (Se me lo dicevi prima)
Elettra Lamborghini con Myss Keta (Non succederà più)
Francesco Gabbani (L’italiano).

Festival di Sanremo 2020 buona la prima , ma il tutto passa in secondo piano con il look di Achille Lauro


Sanremo è sempre Sanremo , passano gli anni ben 70 , ma sembra proprio non sentirli, gli ascolti premiano la prima serata.
Amadeus promosso a pieni voti , la sua presentazione allegra e disinvolta e quanto di più vicino al nazional popolare, che piace alla gente.

Accoppiata poi vincente con Fiorello , che rompe il ghiaccio aprendo la prima serata con la tunica di Don Matteo.
Certo un po’ lunghi i convenevoli , tanto che i primi cantanti in gara tra i big iniziano ad esibirsi intorno alle 21:45.

Ironia, denuncia, show e momenti di riflessione, ma il tutto fa sforare oltre l’ una di notte.
Problematiche importanti, quelle affrontate , ma ad un orario decisamente sbagliato.
La gara delle nuove proposte vede passare il turno a Leo Gassmann e Tecla.
Dei 12 big che si sono esibiti ieri sera molto interessante Gualazzi , Le Vibrazioni , Masini e Diodato , per il resto ci riserviamo un secondo ascolto.
Una menzione speciale per Rita Pavone che a 74 anni ha grinta da vendere.
Nota stonata , che sta catalizzando l’attenzione sopratutto social ,  il look di Achille Lauro . Un’amara riflessione se oggi si parla solo di lui e non per la sua canzone , allora ad aver perso è la musica, eppure ricordiamoci che Sanremo non é una sfilata di moda , ciò vuol dire che poi tra le canzoni in gara non c’è quasi niente di interessante.

Momenti assolutamente da promuovere quello di Rula Jebreal, che non tradisce le attese con un monologo potentissimo contro il femminicidio: Rula si mette a nudo con coraggio raccontando la tragedia della madre Nadia, suicida dopo essere stata brutalizzata due volte, “a tredici anni da un uomo e poi dal sistema che l’ha costretta al silenzio”.
La canzone più bella di Sanremo in questa prima serata è quella fuori concorso di Jessica Notaro e Antonio Maggio che insieme cantano la sua terribile storia .
Brava anche la Leotta , con il suo monologo sulla bellezza e sui valori familiari.
Al bano e Romina fanno scatenare il pubblico un po’ moscetto dell’ Ariston sulle note dei loro successi sanremesi , peccato che per l’inedito scritto da Malgioglio si siamo avvalsi del playback.
Grande era l’attesa per Tiziano Ferro , visibilmente emozionato e con la voce un po’ tremolate nell’ omaggio a Domenico Modugno con Nel blu dipinto di blu e non é andata meglio con quello a Mia Martini , ci ha provato , ma non é per lui cantare Almeno tu nell’universo.
Si é però fatto perdonare quando é rientrato nel suo mondo con Accetto Miracoli .
Questa sera la seconda serata , ancora la gara tra i giovani con Fasma, Gabriella Martinelli e Lula, Marco Sentieri e Matteo Faustini.
Per gli altri 12 big l’ordine di esibizione:
Piero Pelù – “Gigante”
Elettra Lamborghini – “Musica (e il resto scompare)”
Enrico Nigiotti – “Baciami adesso”
Levante – “Tikibombom”
Pinguini Tattici Nucleari – “Ringo Starr”
Tosca – “Ho amato tutto”
Francesco Gabbani – “Viceversa”
Paolo Jannacci – “Voglio parlarti adesso”
Rancore – “Eden”
Junior Cally – “No grazie”
Giordana Angi – “Come mia madre”
Michele Zarrillo – “Nell’estasi o nel fango”
Per gli ospiti questa sera ci saranno i Ricchi & Poveri che per l’occasione torneranno nella loro formazione originaria.
A condurre con Amadeus la seconda serata di Sanremo 2020 saranno le giornaliste Emma D’Aquino e Laura Chimenti, accompagnate da Sabrina Salerno. Fra gli ospiti della serata Paolo Palumbo, celebre cantante affetto da SLA che canterà il brano Io sono Paolo. Confermata la presenza di due grandi nomi della musica italiana: Zucchero e Gigi D’Alessio. saranno sul palco con Amadeus, in qualità di ospiti fissi, Fiorello e Tiziano Ferro che canterà con Massimo Ranieri.Anche per la seconda serata il voto è affidato alla giuria demoscopica e a fine serata verrà stilata la classifica provvisoria.

Festival di Sanremo al via la 70 esima edizione scaletta e ospiti della prima serata


Mancano solo poche ora e prenderà il via Il Festival di Sanremo che spegne ben 70 candeline.
Come ogni anno ,ormai da tradizione, tante le polemiche che lo hanno preceduto,e quelle di quest’anno forse ancora più marcate, ma questa sera, inossidabile il festival della canzone italiana entrerà nelle case degli italiani .
Questa prima serata , così come annunciato nella conferenza stampa di questa mattina vedrà esibirsi i primi 12 big e 4 nuove proposte .
L’ordine di uscita di questa prima serata sarà :Irene Grandi, Marco Masini, Rita Pavone, Achille Lauro, Diodato, Le Vibrazioni, Anastasio, Elodie, Bugo e Morgan, Alberto Urso, Riki e Raphael Gualazzi.
Per le sfide tra le nuove proposte vedremo Eugenio in Via Di Gioia contro Tecla Insolia, Fadi contro Leo Gassman;solo in due passeranno alla serata di venerdì.
Ospiti fissi di tutte e cinque le serate Fiorello e Tiziano Ferro , se il primo avrà come più volte annunciato da Amadeus , campo libero per le sue incursioni, Tiziano Ferro invece in questa prima serata si esibirà con tre canzoni “Nel blu dipinto di blu” di Domenico Modugno, “Almeno tu nell’universo” di Mia Martini e il singolo “Accetto miracoli”.
Delle 10 donne scelte da Amadeus , questa sera per affiancarlo, sarà la volta di Diletta Leotta e Rula Jebreal, scrittrice e giornalista palestinese, che leggerà un brano contro la violenza sulle donne, tema che verrà affrontato poi anche con l’intervento di Gessica Notaro che canterà con Antonio Maggio un brano scritto da Ermal Meta.
Sul palco saranno ospiti anche , Al Bano e Romina che canteranno un brano inedito scritto per l’occasione da Cristiano Malgioglio. Poi anche gli attori del cast dell’ultimo film di Gabriele Muccino “Gli anni più belli“: Pierfrancesco Favino, Kim Rossi Stuart, Claudio Santamaria e Emma Marrone, che canterà un brano tratto dal suo ultimo album “Fortuna” e poi farà anche un medley dei suoi più grandi successi. Le votazioni per questa prima serata sono affidate alla giuria demoscopica , per quanto riguarda i giovani solo in due passeranno alla semifinale , gli altri due saranno eliminari. Per i big a fine serata verrà svelata la prima classifica di gradimento.