Crea sito

Tale e Quale Show la farsa dei giurati e la vittoria di Bisciglia


La sesta puntata di Tale e Quale show il talent vip dedicato alle imitazioni andata in onda venerdì 27 ottobre ha conquistato 4.514.000 spettatori pari al 21.3% di share, un po’ in calo rispetto alla settimana scorsa , un’edizione questa che proprio non decolla e i comportamenti dei giurati e dello stesso Carlo Conti di certo aiutano in tal senso.
Se il sentore c’era stato sin dall’inizio di questa settima edizione , in questa sesta puntata si è avuta la certezza che la giuria invece di ricoprire il suo ruolo con imparzialità e giudicare i concorrenti in modo oggettivo e non per simpatia o altro, si fa prendere troppo la mano e giudica in modo fazioso.
Vince la puntata Bisciglia con l’imitazione di Ligabue, molto somigliante sia nell’aspetto che nella vocalità, vince grazie ai punti raccolti dalla votazione dei suoi compagni, perchè la giuria aveva decretato in modo diverso.
La giuria invece decreta come vincitore Marco Carta, ora se Carta fosse il più meritevole poco importa, quello che ha fatto davvero indignare gran parte del pubblico è stata la poca professionalità dei giurati.
Quella andata in onda è stata una farsa, così come succede nella
commedia dell’Arte ai suoi inizi quando nelle fiere di paese si facevano le prove generali , per sondare il terreno e così  i saltimbanchi e i ciarlatani intrattenevano il pubblico con delle brevi scenette e azioni mimiche, così i tre artisti in giuria Montesano, Goggi e De Sica come tre semplici ciarlatani sono venuti meno ai propri doveri,  quale sia la chiave di lettura non si sà , ma l’impressione generale è che il tutto sia manovrato. Lo stesso Conti come abbiamo tenuto a sottolineare nelle scorse settimane è troppo reverenziale verso Carta che per la seconda volta invece di dare la giusta considerazione al vincitore , ha preferito quasi chiedere scusa al secondo classificato.
Il malumore in rete riassunto in questo tweet

E parliamo proprio da questo secondo posto di Marco Carta chiamato ad imitare Rino Gaetano, il brano era A mano a mano, somiglianza visiva azzeccata , un po’ meno quella imitativa ma comunque meglio rispetto alle altre volte, la sua voce quasi non si è sentita e anche l’accento sardo quasi sparito, quindi un passo in avanti, forse non era da podio ma un quarto posto sarebbe stato giusto.
L’imitazione più elegante della serata sicuramente quella della Angelillo nei panni di Branduardi, con il brano La Pulce d’acqua,  molto brava, forse la sua imitazione migliore. Bravissima e sicuramente da collocare tra i primi tre l’imitazione di Alexia fatta dalla Macari con tanto di complimenti in diretta dell’artista stessa.
Capitolo a parte per Angelucci, di Claudio Villa non aveva nulla, ma una cosa è certa ha dimostrato di avere la voce e di saperla anche usare, altra bella performance quella della Altobelli, molto somigliante a Annie Lennox, la voce un po’ meno ma comunque una buona prova. Fanalino di coda le imitazioni di questa puntata sono state quelle di Mazza – Mori, Mazzocchetti- Tom Jones, Minetti- Streisand, Lippi-Nicola Di Bari, Platynette- JAMES Browm e Bandiera- Hadley.
Prossima puntata ancora una volta di sabato e speriamo davvero che lo spettacolo penoso dato dalla giuria non si ripeta più, il programma e soprattutto i concorrenti non ne hanno bisogno.
Ecco le imitazioni di venerdì prossimo: Claudio Lippi-Adriano Celentano, Platinette-Bobby Solo, Filippo Bisciglia-Claudio Baglioni, Alessia Macari-Mariah Carey, Valeria Altobelli-Noa, Marco Carta-Pharrell Williams, Dario Bandiera-Andrea Bocelli, Federico Angelucci-Freddie Mercury, Piero Mazzocchetti-Mino Reitano, Edy Angelillo-Roberta Kelly, Benedetta Mazza-Malika Ayane, Annalisa Minetti-Lara Fabian.

Una risposta a “Tale e Quale Show la farsa dei giurati e la vittoria di Bisciglia”

  1. Mi sembra che la Minetti sia calata..e se la Fabian andrà cosi’ ciao podio…mi sa che vince Filippo e sarei felice…Marco non ha vinto puntate,magari arriva 2…Bandiera potrebbe superare Annalisa

I commenti sono chiusi.