Crea sito

Festival di Sanremo 2020 buona la prima , ma il tutto passa in secondo piano con il look di Achille Lauro


Sanremo è sempre Sanremo , passano gli anni ben 70 , ma sembra proprio non sentirli, gli ascolti premiano la prima serata.
Amadeus promosso a pieni voti , la sua presentazione allegra e disinvolta e quanto di più vicino al nazional popolare, che piace alla gente.

Accoppiata poi vincente con Fiorello , che rompe il ghiaccio aprendo la prima serata con la tunica di Don Matteo.
Certo un po’ lunghi i convenevoli , tanto che i primi cantanti in gara tra i big iniziano ad esibirsi intorno alle 21:45.

Ironia, denuncia, show e momenti di riflessione, ma il tutto fa sforare oltre l’ una di notte.
Problematiche importanti, quelle affrontate , ma ad un orario decisamente sbagliato.
La gara delle nuove proposte vede passare il turno a Leo Gassmann e Tecla.
Dei 12 big che si sono esibiti ieri sera molto interessante Gualazzi , Le Vibrazioni , Masini e Diodato , per il resto ci riserviamo un secondo ascolto.
Una menzione speciale per Rita Pavone che a 74 anni ha grinta da vendere.
Nota stonata , che sta catalizzando l’attenzione sopratutto social ,  il look di Achille Lauro . Un’amara riflessione se oggi si parla solo di lui e non per la sua canzone , allora ad aver perso è la musica, eppure ricordiamoci che Sanremo non é una sfilata di moda , ciò vuol dire che poi tra le canzoni in gara non c’è quasi niente di interessante.

Momenti assolutamente da promuovere quello di Rula Jebreal, che non tradisce le attese con un monologo potentissimo contro il femminicidio: Rula si mette a nudo con coraggio raccontando la tragedia della madre Nadia, suicida dopo essere stata brutalizzata due volte, “a tredici anni da un uomo e poi dal sistema che l’ha costretta al silenzio”.
La canzone più bella di Sanremo in questa prima serata è quella fuori concorso di Jessica Notaro e Antonio Maggio che insieme cantano la sua terribile storia .
Brava anche la Leotta , con il suo monologo sulla bellezza e sui valori familiari.
Al bano e Romina fanno scatenare il pubblico un po’ moscetto dell’ Ariston sulle note dei loro successi sanremesi , peccato che per l’inedito scritto da Malgioglio si siamo avvalsi del playback.
Grande era l’attesa per Tiziano Ferro , visibilmente emozionato e con la voce un po’ tremolate nell’ omaggio a Domenico Modugno con Nel blu dipinto di blu e non é andata meglio con quello a Mia Martini , ci ha provato , ma non é per lui cantare Almeno tu nell’universo.
Si é però fatto perdonare quando é rientrato nel suo mondo con Accetto Miracoli .
Questa sera la seconda serata , ancora la gara tra i giovani con Fasma, Gabriella Martinelli e Lula, Marco Sentieri e Matteo Faustini.
Per gli altri 12 big l’ordine di esibizione:
Piero Pelù – “Gigante”
Elettra Lamborghini – “Musica (e il resto scompare)”
Enrico Nigiotti – “Baciami adesso”
Levante – “Tikibombom”
Pinguini Tattici Nucleari – “Ringo Starr”
Tosca – “Ho amato tutto”
Francesco Gabbani – “Viceversa”
Paolo Jannacci – “Voglio parlarti adesso”
Rancore – “Eden”
Junior Cally – “No grazie”
Giordana Angi – “Come mia madre”
Michele Zarrillo – “Nell’estasi o nel fango”
Per gli ospiti questa sera ci saranno i Ricchi & Poveri che per l’occasione torneranno nella loro formazione originaria.
A condurre con Amadeus la seconda serata di Sanremo 2020 saranno le giornaliste Emma D’Aquino e Laura Chimenti, accompagnate da Sabrina Salerno. Fra gli ospiti della serata Paolo Palumbo, celebre cantante affetto da SLA che canterà il brano Io sono Paolo. Confermata la presenza di due grandi nomi della musica italiana: Zucchero e Gigi D’Alessio. saranno sul palco con Amadeus, in qualità di ospiti fissi, Fiorello e Tiziano Ferro che canterà con Massimo Ranieri.Anche per la seconda serata il voto è affidato alla giuria demoscopica e a fine serata verrà stilata la classifica provvisoria.